Percorso 4 - Il Prato della Valle e la Cittadella Antoniana
I-Padova, prodotto da SoundTouring®, è un'audioguida innovativa della città di Padova, da ascoltare passeggiando con il proprio lettore mp3.
L'audioguida si compone di tracce scaricabili, ascoltabili sul proprio lettore di file audio e di una piantina della zona descritta, dove sono indicati i punti dai quali parte ogni singola traccia.
Approfondimento
Credits

Tutti i contenuti del progetto I-Padova, tracce audio e testi, sono utilizzabili esclusivamente alle condizioni previste dal diritto d'autore (file pdf).

PIANTINA
TESTO COMPLETO PERCORSO
GLI ALTRI PERCORSI

TRACCIA 1 Palazzo di Ezzelino
Questo ampio itinerario pedonale prende le mosse dal Ponte delle Torricelle, tra via Umberto I e via Roma, con una traccia introduttiva da ascoltare affacciati al canale di Santa Chiara. E’ qui che il Maestro Terrani ci spinge ad immaginare la vitalità fluviale della Padova veneziana, osservando le altezze dei portali affacciati sul fiume e la collocazione dei mulini. Viene svela la storia di due lapidi dedicate alla presa della città da parte di Ezzelino.







Ascolta la traccia

Scarica la traccia 


TRACCIA 2
Questa traccia accompagna lungo la pedonale via Umberto. Si passano in rassegna le architetture di 7 secoli: Palazzo Valmarana, Palazzo Olzignani, Palazzo Munari, Palazzo Emo Capodilista, fino alla austera facciata della Chiesa di San Daniele, proprio di fronte al Palazzo Da Zara.

Ascolta la traccia


Scarica la traccia


TRACCIA 3
In questa traccia del percorso si entra in Prato della Valle e si comincia a conoscere la lunga storia di questa enorme piazza: è la seconda d’Europa per estensione. Il primo dettaglio racconta le celebri corse con le Padovanelle, cui si fa riferimento in una lapide posta sotto il Palazzo Angeli. La passeggiata porta quindi all’interno dell’isola Memmia, non prima di aver osservato la statua di Andrea Memmo, l’inventore della piazza, collocata proprio sul primo ponte.

Ascolta la traccia

Scarica la traccia

TRACCIA 4Prato della Valle
Siamo proprio al centro della Piazza. E’ qui che meglio si coglie la grandezza del progetto, coronato dalle statue e dal liston dei palazzi che la circondano. La Loggia Amulea, per esempio, su cui cade l’attenzione del narratore. Si prosegue a camminare, in direzione dell’ex foro boario. E’ di fronte ad esso che si trova il cosiddetto Ponte dei Papi, cui è dedicato il famoso aneddoto dei paponi.








Ascolta la traccia


Scarica la traccia

TRACCIA 5
Dal ponte dei papi si riesce ad ammirare l’enorme facciata della basilica di Santa Giustina, ricca di tesori e meritevole di una deviazione, alla fine della traccia. Il percorso prosegue ora lungo l’esterno della canalina: si dovranno raggiungere le due statue di Petrarca e Galileo, che con le loro moli auguste salutano il visitatore. E’ qui infatti che si lascia il Prato della Valle. Si spegne temporaneamente il proprio lettore, e ci si ritrova al centro dell’emozionante Piazza del Santo, dove inizia la sesta traccia.

Ascolta la traccia


Scarica la traccia

TRACCIA 6
Il Maestro Terrani si sofferma sulla statua del Gattamelata, il sagace condottiero veneziano. Poi scorre in rassegna i principali edifici della piazza: la basilica del Santo, naturalmente, ma anche l’Oratorio di San Giorgio, con i magnifici affreschi trecenteschi dell’Altichiero, e la Scuola del Santo, che conserva tre tele del Tiziano.

Ascolta la traccia


Scarica la traccia

TRACCIA 7Basilica del Santo
Si entra, silenziosamente, nella basilica. Tra i tantissimi spunti possibili, il Maestro racconta i monumenti funebri di Pietro Bembo, il cardinale conosciuto già in via Altinate (primo percorso I-Padova), di Alessandro Contarini e di Elena Cornaro Piscopia.
Viene illustrata la Cappella dell’Arca e quella di San Giacomo, per poi farsi accompagnare, in fin di traccia, all’interno della Cappella del beato Luca Belludi, nella quale ammirare gli affreschi di Giusto de Menabuoi nei quali è riconoscibile la Padova medioevale.
Senza gli auricolari, si chiude l’itinerario esplorando da soli la basilica e le sue numerose cappelle.





Ascolta la traccia


Scarica la traccia